Contratti e Obbligazioni

L'obbligazione è un vincolo giuridico che ha forza di legge tra le parti.
Comporta una prestazione che può consistere in un fare, un non fare, un dare.
Nell'obbligazione si individuano sempre un creditore e un debitore.
Le obbligazioni hanno diverse fonti, tra cui i contratti, gli illeciti, e ogni altro atto o fatto giuridico idoneo a produrre obbligazioni (tipo i quasi contratti o i quasi delitti secondo una dottrina superata).


Il contratto, così come prescritto nell'Art. 1321 del c.c., è un accordo tra due o più parti per la costituzione, modificazione o estinzione di RAPPORTI GIURIDICI PATRIMONIALI.
E' una delle fonti delle obbligazioni, ma non l'unica.
I contratti possono essere unilaterali (nel caso in cui c'è una parte creditrice e una parte debitrice precise), oppure "a prestazioni corrispettive"--detti anche contratti sinallagmatici (dal greco synallatto=legame),-- cioè quei contratti in cui entrambe le parti sono debitrici e creditrici (ad es. contratto di compravendita).